Dow Chemical e Nordmeccanica: più veloce realizzare imballaggi

Pubblicato il 14 novembre 2016

Dow Chemical ha siglato un partnership con Nordmeccanica, azienda italiana attiva nella produzione di macchine per l’imballaggio flessibile per portare sul mercato la nuova tecnologia per il packaging.

La nuova tecnologia permette di realizzare gli imballaggi appena 90 minuti dopo la laminazione (l’accoppiamento di film plastici e metallici per l’imballaggio alimentare), contro i 3/6 giorni necessari fino a oggi, eliminando lo stoccaggio e riducendo i tempi e i costi di produzione e le emissioni inquinanti.

Il sistema presentato agli operatori di settore, è basato su una nuova macchina per la laminazione creata da Nordmeccanica e denominata Duplex SL One Shot, che impiega un adesivo senza solventi – Symbiex – creato ad hoc da Dow Chemical, nell’ambito di un accordo di collaborazione per lo sviluppo di un nuovo prodotto/tecnologia siglato con Nordmeccanica. Oltre a permettere di realizzare gli imballaggi appena 90 minuti dopo il processo di laminazione, la tecnologia Dow-Nordmeccanica garantisce la compatibilità alimentare delle pellicole entro un giorno; il taglio dei tempi di fermo macchina durante la lavorazione e per le operazioni di pulizia; la possibilità di effettuare il controllo qualità del prodotto 30 minuti dopo la laminazione; l’abbattimento degli sprechi di adesivo e una decisa riduzione dei consumi energetici, delle emissioni e dei residui chimici.

“La tecnologia sviluppata con l’italiana Nordmeccanica è il frutto di un lavoro comune di ricerca e sviluppo finalizzato a ripensare radicalmente i processi di laminazione tradizionali e a superarne i limiti intrinseci”, afferma Laurent Remy, Global business director Dow Adhesives, “a partire dall’impossibilità, finalmente superata, di combinare un essiccamento più veloce delle pellicole accoppiate, che richiede adesivi ad azione rapida, con tempi di impiego dell’adesivo più lunghi, che richiedono invece un’azione adeisva lenta. Da questo punto di vista, la tecnologia Dow-Nordmeccanica rappresenta la più grande innovazione degli ultimi 50 anni nel settore del packaging”.

“Siamo orgogliosi di questo risultato e soprattutto della partnership con un’azienda leader come Dow Chemical”, ha dichiarato Antonio Cerciello, presidente di Nordmeccanica. “Questo accordo dimostra che l’industria made in Italy può essere vincente nel mondo, se sa interpretare le esigenze dei clienti, programmare a lungo termine e investire costantemente in ricerca e sviluppo, una voce a cui il nostro gruppo dedica il 5% del fatturato annuo”.



Contenuti correlati

  • Flir, ecco il multimetro industriale Trms DM91

    Flir annuncia il multimetro industriale Trms a vero valore efficace Flir DM91 per ispezioni elettriche. Sviluppato per elettricisti in ambito industriale e per tecnici di laboratorio: il multimetro digitale a 18 funzioni DM91 offre la registrazione e la...

  • Osservatorio Ipack-IMA: balzo della domanda nazionale nel primo semestre

      L’export che cresce meno delle vendite in Italia è il dato più significativo emerso dalle ultime rilevazioni dell’Osservatorio Ipack-Ima, la principale fiera europea del 2018 per l’industria del processing & packaging, in programma a Fiera Milano...

  • Automation Fair 2017: le novità all’Innovation Booth

    Durante Automation Fair 2017 abbiamo intervistato John Pritchard, Strategic Business Development Manager di Rockwell Automation, sulle novità presentate da Rockwell Automation all’Innovation Booth: come ogni anni qui vengono presentate infatti le tecnologie alle quali la multinazionale sta...

  • Da qui al 2030: i 4 trend futuri secondo Roland Berger

    Fondata nel 1967 in Germania, Roland Berger conta oggi 50 uffici in 34 Paesi con più di 2.400 consulenti e circa 220 partner. Sono più di 1.000 i clienti internazionali presenti in tutti i principali mercati. Il...

  • Robopac: il nuovo stabilimento sarà pronto per il 2018

    Sarà operativo verso la metà del 2018 il nuovo stabilimento Robopac di Castel San Pietro (Bologna), nel cuore della ‘Packaging Valley’, che segnerà un’altra tappa fondamentale nella crescita dell’azienda guidata dalla famiglia Aureli. Grazie a questo importante...

  • Alleanza strategica tra interpack, Ipack-Ima e Ucima

    Interpack e Ipack-Ima (una joint venture tra Ucima e Fiera Milano) si daranno reciproco supporto per le proprie fiere dedicate al packaging tenute a Düsseldorf e Milano, mentre Ucima fornirà sostegno alle manifestazioni internazionali di Messe Düsseldorf...

  • Il neo Vice Presidente Federmeccanica Fabio Tarozzi: “Il mio impegno per i produttori emiliani di macchine”

    Nuovo prestigioso incarico in ambito confindustriale per il Past President di Acimac Fabio Tarozzi, che è stato di recente eletto Vice Presidente di Federmeccanica, la Federazione Sindacale dell’Industria Metalmeccanica Italiana che associa circa 16.000 imprese con 800.000 addetti. Tarozzi...

  • Coval: ecco la ventosa che manipola le confezioni in FlowPack

    Coval alza il sipario sulla ventosa Serie FPC come Flow Pack Cup adatta alla manipolazione delle confezioni in FlowPack. Rivoluzione tecnica per il mondo del packaging in costante sviluppo, l’imballaggio in FlowPack presenta un contatto alimentare diretto,...

  • Packaging: riprende la corsa delle tecnologie Made in Italy – Parte II

    I costruttori italiani di macchine automatiche per il settore del packaging rafforzano la loro leadership mondiale. Sentiamo le parole del presidente di Ucima e di alcune aziende protagoniste 398Panorama-II parte

  • OptoForce agevola il senso del tatto ai robot nelle industrie

    OptoForce presenta quattro nuovi moduli applicativi per i suoi sensori di forza/coppia multiassiali che consentono ad aziende che operano nell’industria, nel settore degli imballaggi, dei dispositivi elettronici e medicali di introdurre il senso del tatto nei propri...

Scopri le novità scelte per te x