Componenti e competenze: l’Industry 4.0 di Interroll

Pubblicato il 15 maggio 2017

Durante l’incontro Interroll che si è tenuto a Milano erano presenti Claudio Carnino, direttore commerciale e country speaker, e Marco Taisch, professore ordinario al Politecnico di Milano, Dipartimento di Ingegneria Gestionale. Carnino e Taisch hanno riflettuto sull’evoluzione del mondo industriale e manifatturiero.

Secondo Interroll, due dei pilastri portanti di Industry 4.0 sono i componenti degli impianti e le competenze necessarie ad assecondare le esigenze della Quarta Rivoluzione Industriale.

L’evoluzione dell’industria passa attraverso le tecnologie, le nuove applicazioni, attraverso la convergenza e la contaminazione tra settori attigui con l’obiettivo di generare qualità più elevata, velocità, maggiore produttività, risparmio energetico e di risorse, ambienti produttivi più rispettosi e vivibili.

Come cambierà il mercato e la produzione? Quali saranno le basilari necessità? Per Carnino un elemento fondamentale dell’evoluzione industriale è la sempre più pressante automazione dei processi produttivi e di quelli distributivi. Prima, durante e dopo la manifattura di un determinato bene vi è oggi un processo sempre più automatizzato. La ricerca persegue l’obiettivo di processi a sempre maggiore efficienza, efficacia, velocità, produttività.

“Interroll ha intensificato da qualche anno la sua presenza nel mondo dell’industria manifatturiera e dell’automazione. A buon diritto possiamo definire l’azienda leader globale dell’intralogistica e del motion. Ciò significa che quando si deve spostare un oggetto è richiesta la nostra presenza. E questo in qualsiasi momento della catena produttiva; quando si produce, quando si immagazzina, quando si consegna” afferma Carnino.

Industry 4.0 si definisce tendenza dell’automazione industriale a integrare nuove tecnologie produttive per migliorare le condizioni di lavoro e aumentare la produttività e la qualità produttiva degli impianti e di conseguenza dei prodotti. Dunque dobbiamo aspettarci un cambiamento sia nelle tecnologie e nelle capacità di dialogo tra esse ma anche un cambio di passo e di profilo in coloro i quali sono e saranno demandati a guidare questa nuova rivoluzione industriale.

Un concetto più immateriale e attinente alla cultura. Ma ogni rivoluzione parte da un cambio culturale.

Il postino non porta più le lettere in un mondo che comunica con l’e-mail, si è dovuto ripensare e riqualificare. Così accadrà agli addetti della nuova industria.

“Le competenze delle diverse figure aziendali, a tutti i livelli dell’impresa, devono necessariamente evolvere verso un mondo in cui l’aspetto ‘fisico’ e tangibile si accompagna a quello ‘digitale’ e virtuale basato sul dato. La capacità di leggere, analizzare gestire dati e informazioni diventa l’elemento fondante di ogni professionalità del futuro. Le decisioni, che una volta potevano essere basate su intuito, devono oggi lasciare il posto a razionali e quantitative analisi di contesto. Per queste ragioni, quella che stiamo vivendo oggi non è solo una rivoluzione tecnologica ma anche e soprattutto culturale” come sottolinea Marco Taisch (clicca qui per il video).

La qualità dei componenti del motion resta una delle centralità del rivoluzionario modo di fare industria, connessa e comunicante. Dove i processi a monte e a valle della produzione sono sempre più automatizzati, dove i comandi sono sempre più robotizzati, remotizzati e determinati da sistemi ciberfisici, il componente nell’impianto non può fallire.

Antonella Cattaneo



Contenuti correlati

  • Clpa supera l’importante pietra miliare dei 3000 associati

    I primi mesi del 2017 hanno visto crescere la diffusione di CC-Link IE e CC-Link: il numero di aziende associate a CC-Link Partner Association (Clpa) ha superato le 3.000 unità. Con questo picco nel numero di associati,...

  • Storia e innovazione si fondono per l’ultimo Profibus & Profinet Day dell’anno

    Ultima tappa dell’anno per il Profibus & Profinet Day, la giornata congressuale volta a condividere con ingegneri, installatori e system integrator le ultime novità legate alla comunicazione industriale. Per l’ultimo incontro del 2017 storia e innovazione si...

  • Wenglor si aggiudica il TOP 100 Award 2017

    L’Award TOP 100 è il più importante riconoscimento che ogni anno viene assegnato in Germania alle piccole e medie imprese che, operanti nei più disparati ambiti, si distinguono per caratteristiche di originalità e innovazione nella proposizione della...

  • Valvola a sede inclinata Vzxa di Festo per la portata dei fluidi

    Flessibile, robusta e altamente preformante, la valvola a sede inclinata Vzxa di Festo controlla la portata dei fluidi in modo rapido ed affidabile. La sua architettura intelligente e l’interfaccia brevettata permettono di combinare a piacere corpi valvola...

  • Sensori interamente programmabili con Sick AppSpace

    Con i suoi sensori programmabili e le soluzioni versatili che combinano software e hardware, Sick compie un passo significativo in direzione di Industry 4.0 e del networking della catena del valore industriale. Valutazioni binarie, come ‘sì o...

  • O+P presenta il banco speciale di collaudo 1.200 bar BC 1200ES/F

    Il know-how di O+P ha portato alla progettazione di un banco speciale per il collaudo di matasse di tubo su pallet fino a 1.200 bar. L’attrezzatura BC1200ES/F, destinata a un importante distributore e raccordatore del territorio italiano,...

  • A 1 anno dall’esordio: cosa funziona e cosa no nel Piano Nazionale 4.0?

    Internet delle Cose, piattaforme per la gestione dei dati, stampa 3D, robotica, machine learning, intelligenza artificiale, intralogistica rappresentano un mercato che tra il 2017 e il 2022 crescerà a un tasso annuo del 9,3%, per un valore...

  • Settembre 2018, Hannover Messe debutta negli USA

    Hannover Messe è sinonimo, in tutto il mondo, di innovazione industriale, trend di riferimento e contatti d’affari. La manifestazione si è imposta negli ultimi anni anche come hotspot globale delle tecnologie per Industria 4.0. CEO di gruppi...

  • Balluff acquisisce due aziende nel gruppo

    Balluff sta ampliando il proprio know-how digitale con l’acquisizione non di una, ma di ben due aziende: l’azienda di software di Stoccarda iss innovative software services GmbH (iss) ed il costruttore della camera di visione Matrix Vision...

  • La rivoluzione nell’automazione

    La pneumatica è intrinsecamente una tecnologia user-friendly; è destinata a diventare ancora più intuitiva, versatile e flessibile con il nuovissimo Festo Motion Terminal VTEM, che sta catapultando la pneumatica nell’era della Industry 4.0, grazie alle App che...

Scopri le novità scelte per te x