Barriere di sicurezza Contrinex per protezione contro intrusioni

Pubblicato il 5 aprile 2018

Le condizioni ottimali di sicurezza svolgono un ruolo importante nell’ingegneria meccanica. Durante il processo di sviluppo, vengono prese in considerazione gli standard di valutazione del rischio per individuare e definire eventuali pericoli per la sicurezza delle persone e dell’ambiente. Le norme stabiliscono requisiti chiari per i componenti di sicurezza da utilizzare, che deve poi essere allineate con le esigenze delle specifiche tecniche. La riduzione degli ingombri di installazione è sempre una considerazione importante. Caratterizzate da una custodia in alluminio di  26 x 26 mm, le barriere fotoelettriche Contrinex Safetinex Slim garantiscono l’ottimale ergonomia del posto di lavoro.

Dal momento che lo spazio, all’interno di macchine o intorno a loro, è spesso molto ridotto, Contrinex, azienda svizzera specializzata nei sensori, ha sviluppato una gamma particolarmente sottile di barriere fotoelettriche per la protezione contro le intrusioni. Le barriere fotoelettriche Safetinex Slim richiedono una superficie di installazione di soli 26 x 26 mm e sono disponibili con diverse altezze del campo protetto tra i 170 mm e 1610 millimetri. Dal momento che l’altezza del campo protetto corrisponde esattamente alla lunghezza complessiva, zone cieche o perdita di risoluzione vengono annullate, anche quando più unità sono montate in sequenza, queste barriere di sicurezza di tipo 2 sono adatte per applicazioni fino a livello di prestazioni c (EN / ISO 13849-1 o IEC 61496), offrono una risoluzione di 30 mm e una distanza di rilevamento fino a 8 m. L’autocontrollo permanente garantisce una maggiore sicurezza.

Le speciali staffe di montaggio ed un sistema di allineamento integrato a LED semplifica l’installazione delle barriere di sicurezza. La configurazione standard PNP, delle uscite, permette il collegamento a un controller tramite un connettore integrato M12 a 5 poli. Grazie alla loro classe di protezione IP65 ed una robusta custodia in alluminio, queste barriere fotoelettriche sono ideali per l’impiego industriale in ambienti di produzione gravosi ove sono presenti urti o vibrazioni. Campi di applicazione tipici sono la lavorazione dei metalli, macchine da stampa, macchine di assemblaggio con un limitato rischio, sistemi di pick-and-place e conveyor per logistica.



Contenuti correlati

  • Da Contrinex: sensore fotoelettrico per il riconoscimento di oggetti trasparenti

    Quando si tratta di rilevare oggetti trasparenti, i limiti di sensori fotoelettrici convenzionali sono subito evidenti. Poiché il vetro trasparente o la plastica assorbono solo una piccola quantità di luce, c’è poca differenza tra i livelli di...

  • Barriere fotoelettriche di sicurezza Allen-Bradley da RS Components

    RS Components ha annunciato la disponibilità del nuovo sistema di barriere fotoelettriche di sicurezza GuardShield POC 450L Allen-Bradley di Rockwell Automation. La nuova serie di barriere fotoelettriche è adatta per costruttori di macchine, tecnici della manutenzione e...

  • A corto raggio o lungo raggio: sensori fotoelettrici per la misurazione precisa della distanza

    Come dispositivi di misura senza contatto, i sensori di distanza fotoelettrici sono adatti per numerose aree di applicazione. Sono disponibili diversi principi di funzionamento, a seconda della distanza da misurare. I tecnici della Contrinex utilizzano un metodo...

  • Semaforo verde per l’automotive

    Per la prima volta dal 2011 le immatricolazioni complessive superano il milione di unità con una crescita del 2,7% e un incremento del fatturato del 5,2% rispetto all’anno scorso: un risultato ottenuto grazie alla propensione all’innovazione, alla...

  • Sensori induttivi con testa ruotabile e interfaccia IO-Link

    Contrinex ha dotato i suoi sensori C44 con l’interfaccia IO-Link. Questi dispositivi cubici, con testa ruotabile e grado di protezione IP68 / IP69K, offrono enorme flessibilità, lunga durata e la compatibilità IoT per una varietà di applicazioni....

  • Sensore induttivo M30 Asic

    Contrinex, azienda svizzera specializzata in sensori, annuncia un nuovo prodotto che si aggiunge alla gamma di sensori di prossimità induttivi Classics M30, grazie al quale porta a 25 mm la massima distanza di intervento della linea Basic....

  • Pilz: ecco la nuova generazione di barriere fotoelettriche di tipo 3

    Pilz alza il sipario sulla nuova generazione di barriere fotoelettriche di tipo 3 per applicazioni fino a PL “d”. Le prime barriere fotoelettriche di tipo 3 PSENopt II sono progettate per applicazioni con categoria di sicurezza PL...

  • Barriere di sicurezza Slim Datalogic ultrasottili

    Datalogic ha introdotto la famiglia di barriere di sicurezza Slim caratterizzate dall’alto contenuto tecnologico racchiuso in un profilo “ultrasottile” che le rendono uniche nella categoria. La nuova famiglia Slim è la soluzione semplice e flessibile per garantire...

  • Barriere di sicurezza SF4B di Panasonic

    Nel settore utensile e della lavorazione metallo, è possibile evitare pericoli utilizzando dispositivi safety. Talvolta, si rende necessario dover modificare l’architettura di macchina, dal momento che sicurezza e automazione sono spesso progettati separatamente. Di solito non resta...

  • Barriere a nastro Skipper per delimitare le zone pericolose

    RS Components ha introdotto nel proprio catalogo la gamma di barriere di sicurezza modulari e di accessori per la raccolta di rifiuti firmata Skipper, una serie di prodotti estremamente più comodi e più convenienti rispetto ad altre...

Scopri le novità scelte per te x