Automation Fair 2017: il futuro è…. immaginazione

Una Houston ‘rinata’ dopo le devastazioni dell’uragano Harvey ha accolto i numerosi visitatori di Automation Fair 2017, la consueta due-giorni che Rockwell Automation organizza annualmente riunendo clienti, fornitori e partner. Ecco cosa abbiamo visto

Pubblicato il 20 novembre 2017

Si è appena conclusa a Houston la 26ᵃ edizione di Automation Fair, evento globale che Rockwell Automation organizza annualmente negli Stati Uniti per fare il punto su tecnologia e ‘vision’, nuove ‘prospettive’, trend e innovazione di prodotto. Si è trattato come sempre di un’occasione unica di business e networking per chi opera nel mondo dell’automazione a 360 gradi, dal processo al manifatturiero. A sole 10 settimane dal devastante passaggio dell’uragano Harvey, che ha riversato sulla città ben 1.270 mm d’acqua, sommergendo svariati quartieri, la città ha saputo ‘rinascere’ per ospitare l’‘Universo Rockwell’. OEM, costruttori di macchine, system integrator e fornitori, partner e clienti di Rockwell Automation hanno qui avuto modo di incontrarsi, scambiarsi esperienze e idee, affollando ‘Space City’, come viene soprannominata la città texana nota, oltre che per la sua industria energetica, soprattutto petrolifera, per ospitare appunto la sede della Nasa.

La multinazionale di Milwaukee è stata fra i primi ad accorrere a Houston dopo l’uragano, fornendo, in sole 24 ore, motori elettrici a immersione per pompare acqua potabile, nonché azionamenti e sistemi per ristabilire il servizio idrico cittadino. L’attività di supporto alla città si è poi protratta anche durante Automation Fair, quando è stato chiesto al pubblico di aiutare nel confezionamento di 8.000 scatole di viveri, da distribuire poi alle famiglie alluvionate del posto per le celebrazioni del Thanksgiving. Grazie all’apporto volontario dei visitatori della fiera è bastato un solo giorno per completare tutte le scatole! Non ultima, un’altra iniziativa ha riguardato la vendita in fiera di T-shirt con #HoustonStrong, il cui ricavato verrà devoluto in beneficenza a enti del territorio.

Le iniziative di ‘eccellenza etica’ attivate da Rockwell Automation, del resto, non finiscono qui: in collaborazione con ManpowerGroup la multinazionale ha avviato il progetto AAM-Academy of Advanced Manufacturing, tramite il quale intende ‘riconvertire’ le competenze dei veterani che hanno servito nelle file dell’esercito degli Stati Uniti, della marina o dell’aeronautica, per farne degli esperti di automazione, con capacità in linea con le richieste delle aziende ‘4.0’. Obiettivo del programma è arrivare a laureare 1.000 veterani entro la fine del 2019: “Sappiamo quali sono le abilità necessarie per operare nel mondo manifatturiero di domani” ha sottolineato Blake Moret, CEO di Rockwell Automation, in occasione dell’evento stampa precedente l’apertura della fiera. “Si stima che entro il 2019 circa 4,3 milioni di veterani lasceranno i loro incarichi militari e il 65% di loro avrà bisogno di aiuto per trovare un nuovo lavoro. Collaborando con il Dipartimento della Difesa ci siamo accorti che molte delle competenze richieste ai nostri ingegneri sono già in possesso dei militari, occorre solo ‘riconvertirle’ in modo da conciliarsi con la realtà dell’industria. Da qui l’idea della Academy. La scorsa settimana si sono laureati i primi 14 partecipanti e l’impiego è già assicurato”.

Passando alle novità tecnologiche, infine, anche quest’anno la vision di Rockwell Automation si impernia sul concetto di ‘Connected Enterprise’, con un’attenzione particolare alle soluzioni di data mining e analytics. Il progetto SCIO, per esempio, punta a semplificare i processi tramite i quali le aziende possono trasformare i dati ‘grezzi’ ricavati dagli impianti in informazioni utili al business, per arrivare, per così dire, a ‘predire il futuro’: “Grazie all’Internet of Things sono sempre di più i modi con cui è possibile raccogliere dati dagli impianti, occorre però rielaborarli per ottenere informazioni utili ad aumentare la produttività, migliorare la sicurezza, ottimizzare i processi e la manutenzione… Tutto questo e molto altro ancora si potrà ottenere combinando le potenzialità dell’automazione con la creatività degli uomini” ha concluso Moret.

La prossima Automation Fair 2018 si terrà a Philadelphia, Pennsylvania, il 14-15 novembre.

Leggete l’articolo completo sul prossimo numero gennaio-febbraio 2018 di Automazione Oggi

Guarda il video: l’evento in 2 minuti

Video intervista a John Pritchard, Strategic Business Development Manager, sulle novità presentate da Rockwell Automation all’Innovation Booth
http://automazione-plus.it/video/automation-fair-2017-le-novita-allinnovation-booth/

Video intervista a Simon McEntee, Emea Industry Leader, Oil&Gas, sulle soluzioni di Rockwell Automation per il mondo dell’oil&gas
http://automazione-plus.it/video/automation-fair-2017-la-connected-production-nelloilgas/

Video intervista a Sherman Joshua, Connected Services Portfolio Manager, Rockwell Automation, sul tema della cyber-security
http://automazione-plus.it/video/automation-fair-2017-la-cyber-security/

La parola ai clienti: Giordano & C. e Pulsar America
http://automazione-plus.it/video/automation-fair-2017-la-parola-al-cliente/

Rimanete collegati: a breve gli altri video di Automation Fair 2017



Contenuti correlati

  • Cyber-security: un mostro dalle mille teste

    Una chiacchierata per capire quanto sia oggi indispensabile occuparsi di cyber-security a livello produttivo e come ‘domarne’ le mille teste Leggi l’articolo

  • Automation Fair 2017: la parola al cliente

    Le video interviste realizzate da Automazione Oggi in occasione di Automation Fair 2017 hanno qui come protagonisti alcune aziende italiane che sono intervenute all’evento. Tutti concordano nel valore della manifestazione per conoscere le ultime novità tecnologiche proposte da...

  • Automation Fair 2017: la Cyber Security

    In occasione di Automation Fair 2017 abbiamo intervistato Sherman Joshua, Connected Services Portfolio Manager di Rockwell Automation, sul tema della cyber security.  Parlando infatti di Connected Enterprise, Connected Production, Connected Services, non poteva mancare un focus particolare...

  • Il manifesto dell’automazione di ServiceNow

    L’automazione ha l’abilità di migliorare la società. Ogni giorno vediamo il suo grande impatto e come rivoluziona il modo in cui le attività e gli affari vengono portati a termine, facendo risparmiare tempo, denaro e trasformando l’economia....

  • ABB e HPE portano l’intelligenza all’interno degli impianti industriali

      ABB e Hewlett Packard Enterprise hanno siglato una partnership strategica globale per combinare le soluzioni digitali ABB Ability con le innovative soluzioni di hybrid IT di HPE. La partnership metterà a disposizione dei clienti soluzioni in...

  • Automation Fair 2017: la due-giorni di Houston

    Una Houston ‘rinata’ dopo le devastazioni dell’uragano Harvey ha accolto i numerosi visitatori di Automation Fair 2017, la consueta due-giorni che Rockwell Automation organizza annualmente riunendo clienti, fornitori e partner per comunicare le proprio novità di prodotto,...

  • Automation Fair 2017: le novità all’Innovation Booth

    Durante Automation Fair 2017 abbiamo intervistato John Pritchard, Strategic Business Development Manager di Rockwell Automation, sulle novità presentate da Rockwell Automation all’Innovation Booth: come ogni anni qui vengono presentate infatti le tecnologie alle quali la multinazionale sta...

  • Automation Fair 2017: la Connected Production nell’oil&gas

    Digitalizzazione e Industria 4.0 si concretizzano per Rockwell Automation nel concetto di Connected Enterprise, ovvero fabbrica interconnessa, dove i dati delle Operations fluiscono nei sistemi di un’architettura integrata in grado di ricavarne informazioni utili al miglioramento del...

  • Italtel cerca giovani start up IoT e Industry 4.0-oriented

    Italtel ha lanciato un programma di Open Innovation allo scopo di individuare start up e giovani imprese con cui fare innovazione, acquisire tecnologie e prodotti market-ready e andare congiuntamente su mercati verticali come Industry 4.0, Smart City,...

  • Proficloud, il sistema IoT aperto per sviluppare servizi cloud

    Proficloud di Phoenix Contact è un sistema IoT aperto che permette di realizzare la soluzione adatta per ogni applicazione basata su cloud, sia essa dedicata all’acquisizione, all’analisi di dati o di un concetto di automazione completo. Grazie...

Scopri le novità scelte per te x