Acimall: primo trimestre positivo per il settore delle tecnologie per il legno

Pubblicato il 29 giugno 2017

Il primo trimestre 2017 rafforza ulteriormente la stagione già positiva delle macchine e gli impianti dedicati all’industria del mobile e alla lavorazione del legno. Una sostanziale conferma del “bel tempo” che da poco meno di due anni si può leggere sul barometro del settore. Questo quanto emerge dalla tradizionale indagine congiunturale, curata dall’Ufficio studi Acimall, su un campione di aziende significativo e che ha permesso di rilevare come nei primi tre mesi di quest’anno gli ordini siano cresciuti complessivamente del 16,4% rispetto allo stesso periodo del 2016, un dato ancora superiore rispetto alla crescita del trimestre precedente, il periodo ottobre-dicembre 2016, che si era fermato al 13,6%.

Tornando ai mesi da gennaio a marzo di quest’anno dobbiamo dire che torna a veleggiare la domanda delle imprese straniere, la cui domanda di tecnologia italiana è cresciuta del 22,2%. Pausa di riflessione per le società italiane, con una diminuzione degli ordini del 3,6%, un dato che però deve essere collocato nella giusta prospettiva: se per gli ordini dall’estero, infatti, la variazione positiva va vista come una sorta di “rimbalzo” dopo un 2016 stabile, rimbalzo al quale ha contribuito in modo significato il miglior andamento di alcuni mercati decisamente significativi, sulla richiesta di tecnologia delle imprese italiane ha indubbiamente pesato un certo “attendismo” generato dalla necessità di comprendere meglio le modalità di accesso ai benefici previsti dai provvedimenti in tema di “Industria 4.0” e in particolare dell”Iperammortamento”. In altre parole le imprese italiane hanno scelto di aspettare la pubblicazione di circolari attuative che chiarissero ulteriormente lo scenario.

Passando agli altri capitoli dell’indagine, il carnet ordini è pari a 3 mesi, lo stesso valore del trimestre precedente, con una variazione dei prezzi dal primo gennaio dello 0,9%. Secondo l’indagine qualitativa il 56% degli intervistati indica un trend di produzione positivo (era il 23 nei tre mesi precedenti), il 33% stabile, mentre solo l’11% dichiara un livello produttivo in calo.

Occupazione stazionaria secondo il 56% del campione, in aumento per il 33% (solo il 6 nella precedente rilevazione), in diminuzione per il restante 11% (18% tre mesi fa). Le giacenze risultano stabili dal 50% delle interviste, in aumento per il 39% e in diminuzione nel restante 11%.

L’indagine previsionale ribadisce l’ottimismo dei protagonisti di questo settore industriale: il 44% degli intervistati è convinto che nei prossimi mesi la domanda dall’estero crescerà ancora, mentre per il 56% il trend sarà stazionario (il saldo è pari a 44, contro il 18 del trimestre ottobre-dicembre 2016).

Ottimismo anche sul versante interno: il 17% del campione vede una stagione di crescita, il 78% propende per una sostanziale stabilità e solo il 5% pensa a una diminuzione. Il saldo si attesta a più 12, contro il più 1 dell’ultimo trimestre 2016.



Contenuti correlati

  • Lorenzo Primultini confermato presidente Acimall

    Lorenzo Primultini – classe 1967, ingegnere meccanico e un master in Business administration alla University of Chicago Booth School of Business, presidente della Primultini di Marano Vicentino (Vicenza) – è stato confermato all’unanimità presidente di Acimall, l’associazione...

  • Acimall: il 2016 sorride alle tecnologie del legno

    Le tecnologie del legno portano un’atmosfera positiva. Secondo i dati definitivi 2016 elaborati dall’Ufficio studi di Acimall, l’associazione dei costruttori italiani, relativi allo scorso anno confermano sia le previsioni sia l’atmosfera. Infatti, la produzione si è attestata...

  • Acimall: gli ordini del IV trimestre 2016 confermano l’ottimismo per il 2017

    Soffia una piacevole brezza che sospinge il mercato delle tecnologie del legno. È questa la netta sensazione che emerge dall’analisi dei dati dell’indagine congiunturale curata dall’Ufficio Studi di Acimall per il quarto trimestre 2016. Un andamento degli...

  • Confermate le date di Xylexpo per il 2018

    Sono state confermate ufficialmente le date, già annunciate alla chiusura dell’ultima edizione, della prossima Xylexpo, la biennale internazionale delle tecnologie per la lavorazione del legno e le forniture per l’industria del mobile che celebra la ventiseiesima edizione....

  • Segno positivo per il 2016 delle tecnologie per la lavorazione del legno

    Il 2016 si chiude in modo positivo: questo è il sigillo a dodici mesi durante i quali si è percepito chiaramente che la tendenza per il settore delle tecnologie, delle attrezzature, degli utensili per la lavorazione del...

  • Trimestre positivo per Acimall

    Secondo il risultato dell’indagine congiunturale realizzata dall’Ufficio studi di Acimall, l’associazione confindustriale del settore delle tecnologie per la lavorazione del legno e dei suoi derivati, nel secondo trimestre 2016 gli ordini sono cresciuti del 21,2% rispetto all’analogo...

  • Consegnati i premi XIA: Xylexpo Innovation Awards

    Sono stati consegnati in occasione de “La notte di Xylexpo” i premi XIA-Xylexpo Innovation Awards, iniziativa giunta alla sua seconda edizione. A consegnarli Maurizio Riva, contitolare di Riva1920 e testimonial di Xylexpo 2016, per la sezione “Prima lavorazione e trasformazione del massiccio”,...

  • Conto alla rovescia per Xylexpo 2016

    Poco meno di 30.000 metri quadrati, di cui 23.000 occupati da 311 aziende italiane, 7.000 dai 122 espositori stranieri che hanno scelto di prendere parte a Xylexpo 2016, la biennale internazionale delle tecnologie per il legno e...

  • Settore del legno in rialzo secondo gli studi di Acimall

    In occasione della presentazione alla stampa tecnica della 25esima edizione di Xylexpo (FieraMilano Rho, 24-28 maggio 2016), il direttore di Acimall (Associazione dei costruttori italiani di macchine ed accessori per la lavorazione del legno), Dario Corbetta, ha fatto il punto...

  • Beni strumentali, 2013 stabile, ripresa nel 2014

    Federmacchine, la federazione confindustriale che rappresenta gli interessi di 4.600 produttori nazionali di beni strumentali e loro accessori, ha reso noti i consuntivi del 2013 del proprio comparto di riferimento. Il valore della produzione è stato pari...

Scopri le novità scelte per te x